Elisabeth Norebäck · Recensioni

Recensione: So chi sei di Elisabeth Norebäck

Buongiorno, caro lettore.
Torno con la recensione di un thriller psicologico, genere che apprezzo particolarmente.
So chi sei mi sarà piaciuto? Scoprilo leggendo il mio parere.

So chi sei di Elisabeth Norebäck

Casa Editrice Nord – 13 settembre 2018
382 pag. – thriller psicologico – 16,90€ e 9,99€

Acquista So chi sei in ebook o cartaceo su Amazon.it!

Stella Widstrand è una stimata psicoterapeuta. Ha una bella casa, una famiglia amorevole, una vita felicemente normale. Un giorno, però, una nuova paziente entra nel suo studio e, in un attimo, Stella torna a vent’anni prima, sulla spiaggia dov’era scomparsa Alice, la sua figlioletta di poco più di un anno. All’epoca, la polizia aveva concluso che la bambina era riuscita a raggiungere il mare ed era annegata, sebbene il corpo non fosse mai stato ritrovato. Nel fondo del suo cuore, però, Stella non ha mai creduto alla versione ufficiale e, adesso, ne è convinta: quella ragazza dai lunghi capelli neri è Alice. Una madre lo sa. Sa chi è sua figlia. E, per dimostrare di avere ragione, Stella è pronta a fare qualsiasi cosa. Anche a mettere a rischio la propria carriera. Anche ad affrontare oscuri segreti del passato e a camminare in bilico sul baratro della follia. Perché il confine che divide speranza e ossessione è sottile come un filo invisibile…
Isabelle Karlsson ha dovuto lottare a lungo per avere il permesso di frequentare l’università a Stoccolma. Se fosse dipeso solo da sua madre, sarebbe rimasta per sempre nel paesino in cui è nata e cresciuta. Isabelle era quindi lontana da casa quando il suo adorato padre è morto all’improvviso, e al dolore si è sommato lo sconcerto nel momento in cui la madre le ha rivelato che non era lui l’uomo che l’ha concepita. Confusa e arrabbiata, Isabelle decide di rivolgersi a una psicoterapeuta per essere aiutata a fare chiarezza nella sua vita. Tuttavia Isabelle non può sapere che entrare nello studio della dottoressa Stella Widstrand scatenerà una serie di eventi che la travolgerà…
Kerstin ha dedicato la sua esistenza alla figlia Isabelle, ha sacrificato tutto per crescerla al meglio e per farsi amare. E adesso non può permettere che un’altra donna si avvicini troppo a lei…

So chi sei intreccia le vite di Stella Widstrand, Isabell Karlsson e Kerstin Karlsson. Stella è una psicoterapeuta, è sposata con un uomo che la adora e hanno un bel bambino, Milo. Ma si porta dentro un vuoto da vent’anni, dalla scomparsa di sua figlia Alice.
Isabell e Kerstin sono rispettivamente figlia e mamma. La ragazza frequenta l’università a Stoccolma e sua madre è un’infermiera. Sembrerebbe così che abbiano una vita tranquilla, che viene stravolta però quando il padre di Isabell muore e sua madre le dice che non era suo padre biologico.
In seguito a ciò, Stella e Isabell si incontrano e Stella è convinta che Isabell sia sua figlia. Ma com’è possibile?
Chi ha ragione? Isabell è figlia di Kerstin… vero?

So chi sei è il romanzo d’esordio di Elisabeth Norebäck, un ottimo thriller psicologico che scava nel carattere e nella psicologia appunto dei tre personaggi principali: Stella, Isabell e Kerstin.
Scava in quelli che sono personaggi molto ben studiati, descritti, caratterizzati.
Stella è una stimata psicoterapeuta, ha una bella famiglia, una bella casa, una cara migliore amica, ma anche un immenso dolore che si porta dietro da ben vent’anni, dalla scomparsa della figlia. Dolore che è oltretutto accompagnato dalla speranza e convinzione che lei in realtà sia ancora viva.
Quando si ha un corpo su cui piangere e da sotterrare, ti puoi mettere il cuore in pace, sebbene ovviamente sia estremamente difficile. Ma quando questo non c’è, e ogni persona ti sembra lei… è estenuante, straziante.
Isabell è una ragazza intelligente e brillante, che è stata a lungo troppo frenata da una madre esageratamente apprensiva. Kerstin infatti vorrebbe poterla tenere sotto una campana di vetro. Ma non si può vivere la vita così.

Nel libro si alternano capitoli con i punti di vista delle tre protagoniste, ma le voci principali sono quelle di Stella e Isabell. Una narrazione diretta e informale in prima persona, giovanile, attuale.

“La verità non è mai liberatoria come la si crede. Anzi. A dare sollievo sono le bugie, semmai. La verità è quella che ferisce, che dissesta e distrugge. Fa male, la verità.”

Con Stoccolma e altri paesi della Svezia come sfondo, la Norebäck ci porta dentro la mente e il cuore di queste donne, ci mostra cosa può fare il dolore, come può plasmarci. Arrivati a fine libro, a mio parere è molto importante riflettere sulla differenza tra Kerstin e Stella. Se lo leggi, lettore, fallo. Rifletti.

So chi sei è un buon thriller psicologico che va alla ricerca della verità con vari colpi di scena. Mai banale, scopriremo questa verità solo alla fine con un epilogo forte e vivo, in cui si trattiene il respiro fino alle ultime righe. Un bel libro, mi è piaciuto molto.

Mi farebbe piacere conoscere anche il tuo parere. Se lo hai letto, lascia un commento.
A presto!

Valentina

Seguimi su…
sito sito sito sito sito sito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.