Ebook · Libri · Prossimamente in libreria

Novità Longanesi Settembre – Novembre 2015

Ciao a tutti, amici bibliofili!
Oggi vi presento tutte le novità della Longanesi per settembre – novembre 2015.
Ho cercato di fare l’articolo con gli occhi chiusi perché altrimenti la mia wish list si sarebbe allungata in modo impossibile!
Detto questo, preparate carta e penna…!

NOVITÁ
SETTEMBRE – NOVEMBRE 2015

JORDI LLOBREGAT – IL SEGRETO DELL’ANATOMISTA

496 pagine, 16.40€

In libreria dal 27 agosto

Venduto in 12 Paesi prima ancora della sua uscita in Spagna, Il segreto dell’anatomista è il romanzo d’esordio di Jordi Llobregat. Questo romanzo di ambientazione storica è sintesi degli interessi del suo autore: appassionato e esperto di urbanistica, Llobregat descrive una Barcellona realistica negli anni del suo passaggio da piccola città a metropoli capace di ospitare l’Expo del tempo. L’Esposizione Universale del 1888 si interseca alle vicende di Vesalio, il primo anatomista della storia, e la narrazione viene calata in una dimensione di fascinazione grottesca, sospesa tra Otto e Novecento.

Barcellona, maggio 1888. Pochi giorni precedono l’inaugurazione della prima Esposizione Universale organizzata in città. Due corpi, orribilmente mutilati, vengono rinvenuti in luoghi diversi della città. Ciò che getta un’ombra ancora più sinistra sul ritrovamento è il fatto che i due corpi siano stati dissezionati seguendo una tecnica antica, la tecnica di dissezione dei cadaveri elaborata da Vesalio, anatomista e medico fiammingo vissuto nel XVI secolo e autore del primo trattato completo di tavole in folio di anatomia illustrata. Daniel Caralt, un giovane professore spagnolo di lingua e letteratura latina viene raggiunto a Oxford, l’università dove conduce una soddisfacente vita professionale, dalla notizia della morte del padre. E’ dunque costretto a ritornare a Barcellona, la sua città natale. Ma il suo destino è scritto e la città non lo lascerà andare via tanto facilmente. Lungo il suo cammino, infatti, incontrerà Bernat Felixa, un giovane reporter cittadino e Pau Gilbert, un enigmatico studente di medicina. Entrambi nascondono un segreto e insieme dovranno lanciarsi in una caccia a un antico manoscritto che può cambiare le sorti della conoscenza e che è anche l’oggetto del desiderio dell’assassino seriale che sta terrorizzando Barcellona. Il testo si chiama De humani corporis fabrica. L’autore è quel Vesalio che sembra aver guidato la mano di chi ha dissezionato i cadaveri.

 MARCO BUTICCHI – IL SEGNO DELL’AQUILA

350 pagine, 17.60€

In libreria dal 27 agosto

Marco Buticchi torna in libreria con un nuovo romanzo, ispirato all’antica leggenda riportata anche da Terenzio e Plinio il Vecchio del meraviglioso edificio dedicato al lucumone Porsenna, re etrusco di Chiusi. Come è sua peculiarità, lo scrittore ligure interseca le vicende del passato storico e mitico con quelle più contemporanee: Il segno dell’aquila è anche un romanzo di analisi dell’ISIS. Buticchi fornisce una chiave di lettura dello Stato Islamico, studiando la composizione dell’esercito dei ribelli, trattando le fonti di introito che alimentano il califfato, fornendo dati sulle tratte del mercato clandestino di armi, petrolio e reperti archeologici.

Il mausoleo di re Porsenna è scomparso e con lui, oltre alla statua del re sdraiata sul sarcofago secondo i canoni etruschi, anche un cocchio tirato da 12 cavalli e una chioccia con 5.000 pulcini, tutti in oro massiccio. Agli avvenimenti dell’anno 529 a.C. e seguenti, si alternano le concitate e pericolosissime avventure dell’inossidabile coppia composta da Oswald Breil e Sara Terracini, aggiornate al corrente anno. Loro nemico è monsignor Fausto Denague, 86enne sospeso a divinis, fondatore e gestore della Confraternita della Santa Resurrezione, a capo anche di una multinazionale con sede a Ginevra, con laboratori di ricerche mediche all’avanguardia e lussuose cliniche sparse in tutto il mondo. Oswald è stato rapito dai collaboratori di Monsignor Denague, che si scoprirà essere anche il cervello dietro a una spaventosa tratta di organi, espiantati da ragazzini nullatenenti rapiti da un commando dell’ISIS. Il capo dell’ISIS è ora nelle mani dei servizi segreti israeliani e Oswald, in qualità di ex primo ministro israeliano e membro importante dei servizi segreti, è la moneta di scambio.

STEVE CAVANAGH – IL DIFENSORE

450 pagine, 16.40€

In libreria dal 3 settembre

Steve Cavanagh è nato e cresciuto a Belfast, Irlanda del Nord. A 18 anni si è trasferito a Dublino per proseguire gli studi. Convinto di essere in coda per iscriversi alla facoltà di Business & Marketing, scoprì, invece, di essersi “per sbaglio” iscritto a legge. Dopo la laurea, abbandonando momentaneamente la sua precoce carriera di scrittore di sceneggiature per dedicarsi unicamente alla professione, Steve Cavanagh viene assunto come investigatore presso un noto studio legale. Durante questo periodo lavora a numerosi casi che sviluppano il suo interesse per il romanzo di genere. Comincia poi a lavorare come avvocato in un piccolo studio legale e, nonostante l’avvocatura non fosse esattamente quello che aveva in mente, Steve Cavanagh diventa uno degli avvocati più importanti dell’Irlanda del Nord, vincendo casi che hanno fatto la storia della legislazione irlandese. Il suo nome balza agli onori di cronaca nel 2010 quando rappresenta in tribunale un operaio vittima di discriminazioni razziali sul luogo di lavoro: vinse la causa e ottenne il risarcimento più alto di tutta la  storia dell’Irlanda del Nord. A partire dalla sue esperienze lavorative ha scritto Il difensore, suo romanzo d’esordio che ha spopolato in Irlanda.

Protagonista de Il Difensore è Eddie Flynn:  ex-artista della truffa, ha capito che poteva fare la stessa cosa, e guadagnare ancora di più, passando dalla parte giusta, quella della legge diventando un avvocato. Ma le cose non sono andate come sperava ed è passato un anno da quando Eddie si è ripromesso di non mettere mai più piede in un’aula di tribunale. Questa volta, purtroppo, non ha scelta: Olek Volchek, il mostro a capo della mafia russa newyorkese, l’ha scelto come suo avvocato difensore. E siccome Olek è riuscito a mettergli addosso una carica di esplosivo senza che se ne accorgesse, trasformandolo in una bomba umana, e ha rapito suo figlia Amy, di soli dieci anni, Eddie non può fare altro che accettare l’incarico. Ma è un incarico impossibile: la difesa di un uomo palesemente e comprovatamente colpevole non può andare a buon fine, mai, in nessun modo. A meno che Eddie non riesca ad allontanare in fretta i demoni che l’hanno allontanato dalla professione forense. A meno che Eddie non riesca a convincere la giuria dell’impossibile. A meno che Eddie non riesca, nel frattempo, a ricorrere a tutti i trucchi dei suoi due mestieri, quello di avvocato e quello di truffatore, per guadagnare tempo e salvare la vita di sua figlia, la propria e quella di centinaia di innocenti che rischiano di finire coinvolti in un terribile attentato. Eddie è un uomo che non ha più speranza, forza, risorse, tempo. Ma non ha altra scelta che lottare.

JAMES PATTERSON & MICHAEL LEDWIDGE – IL PRIGIONIERO

312 pagine, 16.40€

In libreria dal 10 settembre

Un nuovo caso per Michael Bennett, l’eroe di New York ispirato ai detective del NYPD, il padre single di dieci bambini adottati alla costante ricerca di un equilibrio tra un mestiere che mette spesso in pericolo la sua vita e la sua grande famiglia. Dopo un inseguimento che ha visto morire il suo migliore amico Hughie, Michael Bennett è riuscito a catturare il terribile Miguel Perrine, detto il Re Sole, capo di un cartello messicano della droga, che dal carcere giura vendetta. E infatti un anno dopo, quando inizia il processo, un killer ispanico uccide il giudice. Il mandante è chiaramente il Re Sole. Vista la sospensione del processo, Bennett decide di trascorrere una breve vacanza a Newburgh, nella casa sul lago. Ma la situazione nella cittadina, un tempo tranquilla e felice, è esplosiva: due bande rivali, i Latin Kings e i Bloods, si dividono il mercato della droga e seminano il terrore, arrivando perfino a colpire due dei figli di Bennett. Troppi fronti aperti anche per un uomo d’azione come lui, soprattutto quando arriva la spaventosa notizia che il Re Sole è riuscito a fuggire dal carcere e vuole la morte di Bennett.

ÉRIC PARADISI – IL PARRUCCHIERE DI AUSCHWITZ

250 pagine, 16.00€

In libreria dal 10 settembre

Un romanzo che racconta l’orrore dell’Olocausto attraverso la delicatezza di una storia d’amore, quella di Alba e Maurizio, una giovanissima coppia romana perseguitata dalle leggi naziste. Il parrucchiere di Auschwitz intreccia la Grande storia con le vicende di piccoli eroi comuni durante la Seconda Guerra Mondiale, raccontando la distruzione di un’intera gioventù e l’orrore dei campi di concentramento.

Roma 1943. Maurizio, ebreo, vive nel ghetto dove lavora nella bottega di parrucchiere dei suoi genitori. Qui incontra Alba, una giovane militante della Resistenza partigiana. I due ragazzi si innamorano, ma l’inasprirsi della persecuzione razziale interrompe il loro rapporto, separandoli. Deportato ad Auschwitz, Maurizio riesce a salvarsi proprio grazie al suo mestiere, tagliando i capelli nel campo di concentramento. Di lei perde le tracce: gli rimane solo il ricordo del biondo particolare dei suoi capelli e un ritratto su un foglio spiegazzato, che il ragazzo conserva gelosamente, a testimonianza di un amore infinito interrotto troppo presto. La Storia avanza, calpesta e distrugge le vite e Alba sembra inghiottita dalla crudeltà degli uomini. Sopravvissuto alla guerra, Maurizio emigra in Argentina e ricostruisce la sua vita. Ma il richiamo alla vendetta è troppo forte e niente riesce a distoglierlo da un interrogativo che sembra distruggerlo: cosa sarebbe stato della sua vita se avesse potuto vivere il suo sogno d’amore insieme ad Alba.

GRAZIA LISSI – IL CORAGGIO DI RESTARE

200 pagine, 14.90€

In libreria dal 10 settembre

Le storie raccolte da Grazia Lissi ne Il coraggio di restare raccontano l’Italia che funziona, quel made in Italy capace di riscattare una nazione. Tutti possono riconoscere e imparare i valori universali di cui si fanno portavoce i sedici imprenditori che la giornalista ha selezionato per la loro capacità di produrre e esportare l’eccellenza. Imprenditori modello, uniti dalla fantasia e dall’amore nei confronti della loro terra. Le loro vite sembrano romanzi, ma sono tutte vere. E italiane.
Ogni protagonista di questo libro ha avuto la forza di proporre idee nuove e sconvolgere i mercati internazionali. Come Damiani, il brand di gioielli che ha riportato nel mondo la maestria del distretto orafo di Valenza Po. Oppure come José Rallo, manager delle cantine di Donnafugata di Marsala, o Pina Amarelli, presidente dell’omonima azienda calabrese di liquirizia: per loro gestire l’azienda significa amare la terra e il paesaggio e difenderli. Paolo Fazioli Sacile, in Friuli, produce pianoforti da trent’anni, che oggi sono suonati dai maggiori pianisti esistenti. Antonio Zamperla costruisce giostre per i grandi parchi di divertimento nei cinque continenti. Alberto Biancheri, floricultore, sperimenta, ibrida, clona: i suoi fiori hanno rilanciato il mercato della floricultura di Sanremo. C’è anche chi ha ereditato l’azienda dalla famiglia e ha saputo rinnovarla, come Cesare Verona e le sue leggendarie penne Aurora o Ali Reza Arabnia della Geico Taikisha, leader negli impianti per la verniciatura auto. Leggendo queste storie tutti possono riconoscere lo spirito imprenditoriale che da sempre ha contraddistinto l’Italia e tornare a credere nel Bel Paese.

PAULA DALY – UN’AMICA PERICOLOSA

352 pagine, 16.90€

In libreria dal 17 settembre

Paula Daly si domanda quale sia il collante che riesce a tenere unite due donne e a renderle amiche per la pelle, arrivando a una risposta che solo una donna avrebbe potuto trovare: la fitta rete di segreti che tra amiche si condivide. Un’amica pericolosa è una crime fiction che analizza i meccanismi delle amicizie tra donne, mostrando che cosa può succedere se proprio i segreti impronunciabili, condivisi solo con quella persona, vengono usati come arma, per vendicarsi, riscattarsi, impossessarsi della vita dell’altra.

Natty e Sean hanno tutto: un matrimonio solido, due figlie che adorano, un piccolo albergo nella regione dei laghi inglese, e una vita ricca di soddisfazioni anche se piena di impegni. Sono un modello da cui trarre esempio, specialmente per Eve, l’amica di sempre di Natty, una psicologa che per lavoro cerca di ridare equilibrio agli altri, ma che nel privato passa da un disastro all’altro. Quando Eve chiede ospitalità a Natty dopo l’ennesimo rapporto finito male, Natty accetta, in onore della loro amicizia di lunga data e delle molte avventure che hanno condiviso insieme. Ma è un grande errore: a Eve bastano due sole settimane per insinuarsi nel nido di Natty e prenderne il posto, nel letto del marito, nella gestione dell’azienda, perfino nel cuore delle figlie, che, sottoposte alle suadenti abilità manipolatorie di Eve, iniziano a vedere nella madre una pericolosa squilibrata. Natty sta per cedere alla disperazione quando qualcuno che vuole rimanere nell’ombra riesce a farle sapere che Eve non è alla sua prima impresa di quel genere. La sua amica di un tempo è una ladra di vite altrui. E, almeno in un caso, lo è stata in senso letterale: qualcuno ha perso la propria vita.

SIMONE REGAZZONI – L’ORIGINE DEL MALE

350 pagine, 14.90€

In libreria dal 17 settembre

Simone Regazzoni è un moderno e versatile filosofo pop, che, passato dalla saggistica al thriller, è stato capace di sorprendere il pubblico e la critica con Abyss. È uno scrittore che ha imparato la lezione di registi come Eastwood, Nolan e Tarantino, sviluppando nei suoi libri un nuovo concetto di azione. Anche nel suo nuovo, secondo romanzo, L’origine del male, Simone Regazzoni unisce il mondo che meglio conosce, quello della filosofia, alla finzione letteraria: Michael Price, il suo alter ego, si imbatterà nell’enigma del primo volume andato perduto degli “Shwarze Hefte”, i “Quaderni neri” del filosofo tedesco compromesso con il nazismo Martin Heidegger.

Un’ondata inspiegabile di suicidi si abbatte sugli USA in concomitanza con alcune esplosioni solari di classe X che anticipano l’arrivo di una super-tempesta solare. Michael Price, professore di filosofia antica presso l’Università di Los Angeles, viene incaricato dalla National Security Agency di indagare sui legami tra quanto accaduto e un misterioso disegno che, recentemente, è stato ritrovato, tracciato con il sangue, sulle pareti di una cella del vecchio carcere di Alcatraz. Per svelare un mistero attorno a cui ruotano il “progetto Manhattan” per la costruzione della bomba atomica creato dagli USA nel 1939, una spedizione nella città proibita del Tibet organizzata dal gerarca nazista Himmler e una piccola cittadina nel deserto del Nevada vicina all’Area 51, Michael Price dovrà spingersi fino al cuore dell’Amazzonia. In questo viaggio all’inferno lo accompagneranno l’ex-Seal Beatrix Blade e gli appunti del “quaderno nero”, una raccolta di scritti perduti del filosofo Martin Heidegger, chiamata “L’origine del male” e ritrovata nella torre di Humbolthain di Berlino.

LEE CHILD – PUNTO DI NON RITORNO

350 pagine, 16.40€

In libreria dal 17 settembre

Con oltre 60milioni di copie vendute nel mondo e più di venti romanzi pubblicati, Lee Child è secondo un recente studio della rivista americana Forbes “il brand globale più forte” di tutta la narrativa americana. Simbolo di questo brand è Jack Reacher, il personaggio creato dallo scrittore britannico, che ha conquistato lettori di tutto il mondo. Jack Reacher è il cavaliere errante del XXI secolo: un ex poliziotto vagabondo e solitario, a metà tra un giustiziere della notte e Robin Hood, che incarna le trasformazioni in atto nella società degli Stati Uniti. Lee Child ha forgiato il nuovo grande eroe americano, idealista e non ideologo, individualista ma pronto ad aiutare il più debole, compiendo in letteratura la trasformazione che registi americani come Clint Eastwood hanno svolto nel cinema. I suoi thriller offrono, infatti, uno spaccato realistico della società americana che gli è valso il sostegno di scrittori e opinionisti di fama internazionale, da Philip Pullman a Malcolm Gladwell, da Haruki Murakami a Ken Follett.

Jack Reacher torna a casa, o per lo meno alla cosa più vicina a una casa che un uomo senza legami e senza radici come lui abbia mai avuto. Dalla neve e dal gelo del Sud Dakota si sposta in Virginia, nella sede della sua vecchia unità di quando era maggiore della polizia militare. Lo fa per conoscere di persona la donna che ha preso il suo posto, quella Susan Turner che fino a ora per lui è stata solo una voce calda e intrigante al telefono. Ma la persona che trova alla scrivania non è Susan e Reacher riceve due notizie sconvolgenti, una che ha gravi conseguenze penali e una molto, troppo personale.

ALESSANDRA MONASTA – LA CACCIATRICE DI BUGIE

550 pagine, 14.90€

In libreria dal 24 settembre

Alessandra Monasta è capace di tradurre per iscritto le sfumature della voce umana, distinguendo tra chi dice la verità e chi sta mentendo. Sono le persone come lei quelle che si celano dietro l’analisi delle intercettazioni: i periti fonici. A causa del suo lavoro si trova quotidianamente a contatto con i fatti di cronaca criminale più clamorosi del nostro Paese: è stata Alessandra Monasta a studiare la voce di Totò Riina, di Giovanni Brusca, dei fidanzatini Erika e Omar, responsabili degli omicidi di Novi Ligure, dei coniugi della strage di Erba e di molti altri protagonisti delle pagine di cronaca nera degli ultimi anni. Da queste esperienze costruisce il suo primo romanzo, La cacciatrice di bugie, in cui alterna finzione e realtà.

Essere un consulente perito fonico significa essere una macchina della verità vivente. E avere un lavoro infinitamente complesso, delicato e appassionante: occorre ascoltare le voci. Identificarle. Riconoscere il variare delle emozioni e annotarlo. Distinguere i momenti di lucidità di chi parla da quelli di apparente, o reale, alterazione. Occorre saper capire chi dice la verità e quando. E soprattutto occorre saper determinare chi mente. Per una persona come Alessandra Monasta stare dalla parte della giustizia e della verità vuol dire essere un’abile «cacciatrice di bugie». Occorre saper stanare la menzogna nascosta dietro un velo di falsa sincerità. Ma significa anche imparare a convivere con questo talento, che nella privacy della vita di tutti i giorni risulta essere un compagno scomodo. Accanto alla crescita professionale, Alessandra deve anche affrontare una crescita personale che spesso è messa a dura prova proprio da quella capacità, che le rende difficile accettare anche la più piccola, e magari benintenzionata, bugia.

MO HAYDER – ACQUE DI MORTE

400 pagine, 16.90€

In libreria dal 24 settembre

Mo Hayder scava nel quotidiano, scovando e portando alla luce l’orrore che si può trovare nella vita di tutti i giorni. La scrittrice inglese si ispira alla realtà più comune, realizzando approfondite ricerche in collaborazione con le Forze dell’Ordine e incontrando privatamente prostitute e criminali di ogni specie. Dalle loro vicende, Mo Hayder  scrive i suoi libri, famosi in tutto il mondo per essere un cocktail di mistery, thriller e horror.

Quando il cadavere di una giovane donna viene ritrovato lungo i binari della ferrovia che porta a Bristol, tutti gli indizi sembrano indicare che la donna si è suicidata. Ma il detective Jack Caffery ha dei dubbi. Non è il primo suicidio sospetto che incontra, e tutti i casi simili degli ultimi tempi sembrano collegati in qualche modo alle vecchie miniere allagate che si trovano ai margini della città. Pozzi senza fondo, acque di morte circondate da tenebre in cui potrebbe nascondersi un predatore. Qualcuno che cela nell’ombra il proprio male, ma che alla luce del sole conduce una vita normale. Qualcuno che si infila di nascosto nelle case degli altri. Qualcuno che si insinua di nascosto sotto la tua stessa pelle. Per la prima volta dopo molto tempo Caffery ha paura di non riuscire a fermare l’ondata di furia assassina. La poliziotta Flea Marley è decisa ad aiutarlo, anche perché forse tra loro sta nascendo qualcosa che va oltre il rapporto professionale, ma nel tentativo di assisterlo nell’indagine scova una traccia che la porta lontano, troppo lontano da casa. E scopre anche qualcosa di talmente orribile da renderle impossibile tornare sui propri passi. E questa volta nessuno, nemmeno Caffery, potrà aiutarla.

HENDRIK GROEN – PICCOLI ESPERIMENTI DI FELICITÀ

350 pagine, 14.90€

In libreria dall’ 1 ottobre 

Pubblicato inizialmente come feuilleton, Piccoli esperimenti di felicità si è guadagnato il titolo di caso editoriale in Olanda con le sue 16 settimane di permanenza in cima alla classifica e lo scoppio di una vera e propria “Hendrik Groen mania”. Un successo determinato anche dalla leggerezza, umanità e ironia con cui ha affrontato un tema di attualità molto controverso: quello della dolce morte. Sull’onda dell’entusiasmo, è stato creato in Olanda il “Club del Libro più anziano” che vanta il primato dell’età media di partecipanti più alta al mondo (86 anni, il cui membro più anziano è un novantottenne). Dal romanzo sarà presto tratta una serie tv.

Hendrik non ha mai compiuto un solo atto di ribellione, ha sempre fatto buon viso a cattivo gioco, ma a ottantatre anni e un quarto si chiede se davvero ne sia sempre valsa la pena. E soprattutto se vale la pena di continuare così. Perciò, Hendrik decide due cose. La prima: farsi dare dal suo medico la pillola della dolce morte. La seconda: concedersi un anno ancora, prima di prenderla, ponendosi come obiettivo per ognuno dei 365 giorni quello di fare qualcosa di nuovo, esaudendo i desideri sempre repressi e imbattendosi nelle avventure sempre sognate. Così nasce il Club dei vecchi ma non (ancora) morti, che prevede regole di ammissione rigidissime: non tutti gli ospiti della casa di cura in cui Hendrik vive, anche se ardimentosi di entrarvi, potranno averne accesso. Solo così si potrà partecipare alle varie attività. In quest’anno di vita, che Hendrik racconta con attenzione ed emozione, succederanno tante cose. Molte cose che Hendrik scoprirà, molte che invece perderà, molti piccoli esperimenti di felicità. E alla fine si vedrà chi l’avrà vinta: la pillola o una nuova primavera da attendere.

ELIZABETH GEORGE – LE CONSEGUENZE DELL’ODIO

 550 pagine, 18,60€

In libreria dall’8 ottobre

Torna il protagonista più amato dai lettori di Elizabeth George, uno dei personaggi più interessanti del mistery contemporaneo: l’ispettore Lynley di Scotland Yard. Affiancato dalla sua preziosa collaboratrice, Barbara Havers, e superate le ultime drammatiche vicende che gli hanno sconvolto la vita, in Le conseguenze dell’odio, Lynley dovrà affrontare un caso che lo porterà da Cambridge a Londra a Shafteshury in una complicata e pericolosa caccia all’assassino. Perché la vittima – una scrittrice nota per le sue posizioni a favore del femminismo – era sotto l’attenzione di tutti. Anche di qualcuno di pericoloso.

MIRELLA SERRI – GLI INVISIBILI

 220 pagine, 16,40€

In libreria dall’8 ottobre

Dopo il successo di Un’amore partigiano, Mirella Serri torna in libreria con un nuovo episodio oscuro della Seconda Guerra Mondiale: le storie inedite dei “prigionieri d’onore”, gli intellettuali e le autorità illustri che Hitler aveva rapito per usare come merce di scambio durante le trattative con gli Alleati. E’ la storia segreta dei protagonisti di un’epoca, dei doppiogiochisti, truffatori e ex collaborazionisti che si ritrovano riuniti in un solo luogo con l’unico obiettivo di sopravvivere. Sfumano i confini tra bene e male, si alienano i valori e si instaurano alleanze impensabili. Gli Invisibili è anche emblema della nuova Europa e dei colpi di spugna con cui gli angloamericani e i governi dell’Italia antifascista hanno assolto e aiutato ambigui personaggi.

Nell’aprile del 1945 alcuni pullman stracarichi si fermano all’entrata del paesino di Villabassa in Sudtirolo. Ne scende un gruppo di 139 detenuti, tra cui donne e bambini. Si tratta di alcuni dei più noti protagonisti della storia d’Europa dell’epoca: tra loro c’è l’ex cancelliere austriaco Kurt Schuschnigg, con la moglie e la figlia; l’ex vice cancelliere austriaco e sindaco di Vienna, Richard Schmitz; il generale greco Alexandros Papagos; l’ex presidente della banca centrale tedesca, Hjalmar Schacht; l’ex primo ministro francese Léon Blum; il famoso industriale Fritz Thyssen: sono i cosiddetti “prigionieri d’onore” che sono stati detenuti in maniera segretissima in vari lager del Reich. Himmler, il potente ministro dell’Interno e capo delle SS e Kaltenbrunner, responsabile dei Servizi Segreti tedeschi, in previsione della sconfitta vorrebbe utilizzarli nelle trattative di pace con gli Alleati. Questo libro ripercorre la loro avventurosa storia, le ragioni che li hanno condotti nei lager e le loro terribili peripezie per approdare in Sudtirolo. Ma ricostruisce anche le vicende fino a oggi mai raccontate dell’intreccio che porta detenuti ebrei e antifascisti a trovarsi a fianco di altri prigionieri che nel recente passato hanno fatto parte della schiera dei “carnefici” di Hitler o di Mussolini: come il capo della polizia Tamburini, o come Filippo d’Assia, la cui moglie, la principessa Mafalda di Savoia, sarà la vittima sacrificale di oscure trame.

ROBERT GRAVES – IO, GESù

550 pagine, 17,60€

In libreria dall’ 8 ottobre

Pubblicato per la prima volta nel 1946 con il titolo Re Gesù, questo sfaccettato romanzo storico dello scrittore e poeta britannico Robert Graves continua a essere uno dei libri più controversi della letteratura. Divenne in pochissimo tempo un caso editoriale per l’interpretazione totalmente rivoluzionaria e il contributo innovativo che apportò all’inchiesta su Gesù e dopo anni di assenza in libreria, viene oggi ripubblicato.

Io, Gesù è un’audace rivisitazione della storia di Gesù di Nazareth. In queste pagine Gesù non viene considerato il figlio di Dio, ma il discendente di Erode e il vero Re dei Giudei, nato da un matrimonio segreto. La voce narrante del romanzo è quella di Agabo il Decapolitano, un funzionario romano della fine del I secolo d.C., che ripercorre la nascita, la giovinezza e la vita di un personaggio carismatico e poco ortodosso, l’amara natura della sua dolorosa morte e della sua risurrezione. Un ritratto di Gesù non come essere divino, ma come uomo con dei difetti, piegato dal suo stesso destino, in una rielaborazione dei Vangeli che è una miscela irresistibile di ricerca, forza e immaginazione.

DONATO CARRISI – IL MAESTRO DELLE OMBRE

420 pagine, 18,60€

In libreria dal 12 ottobre

Donato Carrisi ci trascina in una Roma cupa e avvolta nell’oscurità con il ritmo e la suspense che l’hanno reso il thrillerista italiano di maggior successo all’estero. Ne Il maestro delle ombre, Marcus, il penitenziere, già protagonista del Tribunale delle anime e del Cacciatore del buio, dovrà proteggere la città da un’antica minaccia, che si muove nelle tenebre di Roma dai tempi di Papa Leone X e che si scatena nell’Urbe durante un blackout controllato: è la prima volta che la città rimane totalmente al buio dal 1511, anno in cui una bolla emessa dal papa stabilì che la capitale non dovesse «mai, mai, mai» restare senza luce. Donato Carrisi costruisce un thriller in cui tutti gli apparati tecnologici di cui disponiamo vengono resi improvvisamente inutilizzabili dalla mancanza di elettricità. Perciò, in controtendenza rispetto ai thriller contemporanei in cui la tecnologia gioca un ruolo di primaria importanza, stavolta si tratta di una sfida particolarmente nuova, per il lettore e per lo scrittore.

GIOVANNI VALENTINI – LA SCOSSA

200 pagine, 12,90€

In libreria dal 15 ottobre

Con oltre quarant’anni di carriera in ambito giornalistico, e con la consapevolezza di aver osservato i cambiamenti fondamentali avvenuti nella politica e nei costumi italiani da un punto di vista d’eccezione, Giovanni Valentini, con il suo nuovo libro La scossa, entra nel vivo del dibattito sui temi più caldi d’attualità, fornendo indicazioni e suggerimenti per dare una “scossa” positiva al nostro Paese. L’autore traccia un ritratto lucido e impietoso dell’Italia, un Paese che rischia di diventare irrilevante, di restare il luogo delle occasioni perdute e delle potenzialità trascurate. L’analisi che Giovanni Valentini conduce è sostenuta anche dalle sue esperienze professionali: oggi è portavoce dell’autority antitrust, ma per anni si è occupato di politica, informazione, ambiente e diritti civili dalle pagine de la Repubblica, fin dalla sua fondazione, e da quelle de L’Espresso, di cui è stato anche direttore.

Bassa autostima e mancanza di senso civico, trasformismo e irresponsabilità, malagiustizia e malasanità: sono questi i tratti distintivi dell’Italia, Paese dotato, tra le altre cose, del più grande patrimonio storico, artistico e culturale del mondo bloccato però dalla burocrazia e dal corporativismo o abbandonato al degrado. Gli errori e le colpe della Destra, i ritardi e i tabù della Sinistra; il tradimento del Mezzogiorno e la falsa rivoluzione liberale. Eppure non c’è più tempo da perdere, lo «Stellone d’Italia» non basta più: proposte e progetti per essere un Paese migliore partono proprio da questa cruda analisi. Un sistema elettorale giusto ed efficiente che garantisca l’effettiva alternanza; una «rivoluzione della legalità» contro la corruzione e la criminalità organizzata; una riforma della Scuola e dell’Università che riconoscano «i meriti e i bisogni»; il rilancio del turismo e dell’occupazione. Se non sentissimo viva questa responsabilità, rischieremmo di non cogliere l’ultima opportunità per la modernizzazione di quest’Italia che deve fare i conti con l’Europa e con l’economia globale.

DAVID TELL – IO SONO UN’ARMA: LE MISSIONI

350 pagine, 17,60€

In libreria dal 22 ottobre

Più duro, più cupo e più cruento: nel suo nuovo libro, David Tell continua il resoconto delle sue memorie, non più ricordando gli anni dell’addestramento, ma quelli crudi dell’azione. L’ex-marine svela i retroscena delle missioni più pericolose della sua vita, in cui la possibilità di morire non sempre era esclusa.

L’addestramento massacrante che ha portato David Tell ad entrare nella Fast Co (Fleet Anti-Terrorism Security Team Company), elite militare scelta di vere e proprie armi viventi, impiegate nelle missioni belliche ad alto rischio, è finito. È il momento di andare in missione e affrontare tutto ciò per cui si è duramente preparato. Ma niente può prepararlo a quello che lo aspetta. Infatti, per una serie di coincidenze, David è costretto a saltare i turni e a passare da una missione all’altra per mesi e mesi di fila. Il suo è un caso unico nella storia dei Marine: mai un soldato, nemmeno uno dei corpi scelti, è stato sottoposto a una sequenza così continuativa di incarichi sul campo. Ma David ha già dato prova durante l’addestramento di avere risorse interne quasi inesauribile. E in più, ha una particolarità: è bravo. È il migliore in quello che fa. Spesso è il migliore anche dei suoi superiori di grado che invece di rappresentare una risorsa in più diventano, a causa della loro inesperienza, un pericolo aggiuntivo da affrontare. David Tell per tre anni smette di essere un uomo e diventa quello che i Marine lo hanno plasmato per essere: un’arma. Ma davvero l’umanità interiore può essere cancellata? Davvero si può passare indenni, non nel fisico ma nella mente, nell’anima, da anni ininterrotti di missioni?

LARS KEPLER – IL PORTO DELLE ANIME

400 pagine, 16.40€

In libreria dal 22 ottobre

Dopo il successo di Nella mente dell’ipnotista, il bestseller più venduto del 2014 in Svezia, il caso editoriale Lars Kepler prova a spingere più in là i confini del thriller. La coppia di autori crea una nuova e indimenticabile protagonista, una madre-soldato di stanza in Kosovo, al fine di esplorare la morte. Il porto delle anime è un thriller soprannaturale, in cui, con ritmo cinematografico, i personaggi indagano un’ambientazione totalmente nuova, alla disperata ricerca di un appiglio che possa riportarli in vita.

Jasmin è una donna, una madre, un soldato dell’esercito svedese di stanza in Kosovo. Vive per l’amore del figlio Dante, che ha avuto da un suo commilitone, un uomo poco affidabile che cerca di affogare nell’alcol e nella droga gli orrori della guerra. Jasmin in Kosovo è stata ferita gravemente, e durante il ricovero in ospedale, mentre lottava tra la vita e la morte, la sua anima si è trovata per qualche giorno in un’affollata e misteriosa città portuale dove tutti i cartelli sono scritti in cinese e dove ha visto imbarcarsi, per non tornare mai più, uno dei suoi uomini. Ma Jasmin è forte e sa come tornare dalla città misteriosa, sa che si deve stare molto attenti a non farsi rubare la targhetta d’argento che ti mettono al collo quando arrivi nella città misteriosa, perché è il lasciapassare per il ritorno. Due anni dopo la prima esperienza nella città dei morti, Jasmin ci ritorna di nuovo con il figlio: hanno avuto un incidente d’auto e solo lei riesce ad allontanarsi per tornare di nuovo nel mondo dei vivi, lontano dal porto delle anime. Dante è molto più grave, dev’essere operato, e Jasmin non può abbandonarlo nella città misteriosa: deve tornare, lottare per quello che ha di più caro, in un terribile gioco di morte che rischia di vederla sconfitta. Un thriller serrato, un romanzo dal ritmo cinematografico che non lascia respiro con una nuova protagonista che piacerà ai fan dell’Ipnotista e ne conquisterà di nuovi.

 CLIVE CUSSLER & GRAHAM BROWN – NAUFRAGIO

400 pagine, 18.60€

In libreria dal 29 ottobre

Nel nuovo romanzo, Naufragio, il capo delle missioni speciali della Numa, Kurt Austin, è ancora una volta pronto a intervenire per aiutare chi rischia la vita in mare, anche a costo di rischiare la propria pelle. Durante i soccorsi a una barca in avaria qualcosa va storto e Kurt viene ferito gravemente. Quando si riprende, i suoi ricordi sono confusi e frammentari. Ha visto davvero annegare un suo vecchio amico insieme ai figli, o lo yacht era vuoto quando ci è salito a bordo? Kurt non riesce a ricordare, ma è più che determinato a saperne di più. Insieme all’inseparabile braccio destro Joe Zavala, comincia un’indagine serrata che lo porterà nel mondo oscuro e pericoloso della criminalità informatica, tra scienziati in fuga e incidenti molto sospetti, fino ad arrivare a scoprire una sinistra organizzazione dedita al traffico di esseri umani. Ma questa è solo la punta dell’iceberg delle scoperte terribili che lo attendono, in una incredibile avventura da Monaco alla Corea del Nord, alle coste frastagliate del Madagascar.

ALFIO CARUSO – CON L’ITALIA MAI!

300 pagine; 17.60€

In libreria dal 5 novembre

Nato Giovanni Maria Mastai, con un pontificato secondo solo a quello di San Pietro, Papa Pio IX fu l’ultimo papa-re, sovrano dello Stato Pontificio durante i moti rivoluzionari di metà Ottocento, capace di distinguersi per le sue idee liberali. Nel 1848, dopo le Cinque Giornate di Milano, la situazione politica italiana precipitò. Pio IX si oppose alla decisione di creare un esercito papale, ma non vietò la costituzione di un’armata di volontari. Alfio Caruso racconta la storia di coloro che risposero alla chiamata del pontefice, schierandosi in difesa dello Stato della Chiesa, contro l’unità nazionale. Non erano né mercenari, né ladroni: erano principi, conti, marchesi, duchi, baroni. Provenivano dalla Francia e dall’Austria, dalla Germania e dalla Spagna. Li univa un forte sentimento cattolico e l’avversione nei confronti della nuova Italia, secondo loro in mano alla massoneria. A loro si aggiungevano i soldati di ventura olandesi e tedeschi attratti dal soldo, gl’irlandesi venuti a Roma in odio all’Inghilterra protestante, i canadesi obbligati dai vescovi e tanti emiliani, toscani, marchigiani, laziali cementati da un odio profondo per l’unità d’Italia, convinti che l’unica forma di Paese accettabile potesse coagularsi sotto l’egida del pontefice. Furono loro a costituire dal 1860 al 1870 il nucleo principale dell’esercito del Papa. E nell’anno di porta Pia ne arrivarono un migliaio sicuri di ripetere le prodezze di Mentana, quando riuscirono a respingere i Mille di Garibaldi. Lo storico catanese svela le gesta di quei militari, decisi a difendere l’autorità papale a ogni costo.

WILBUR SMITH – IL LEONE D’ORO

A novembre

Ambientato nel XVII secolo tra i mari e le coste dell’Africa orientale, un romanzo che unisce sapientemente il quadro storico e il richiamo esotico. Il leone d’oro è la nuova avventura del ciclo dei Courtney, il seguito di Uccelli da preda.

The Bibliophile Girl

Segui The Bibliophile Girl
sito sito sito sito sito sito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...