Libri · Nuovi arrivati per The Bibliophile Girl

Nuovi arrivi per The Bibliophile Girl #13

Ciao a tutti, amici bibliofili!
Come state?
Il blog ha approfittato di questo ponte per farsi qualche giorno di vacanza… Beato lui! xD
E voi? Avete lavorato oppure vi siete rilassati un po’, magari in spiaggia in compagnia di un bel libro?
Oggi vi mostro i nuovi arrivati sulla mia libreria…

Titolo: Tutto ciò che resta
Autore: T. R. Richmond
Prezzo di copertina: 16,90 €
Pagine: 387
Editore: Longanesi
Genere: thriller
Formato: brossura con sovracopertina con bandelle
Traduzione: Mirko Zilahi de’ Gyurgyokai
Data di uscita: 23 Aprile 2015
Disponibile anche in ebook

Sinossi

Alice Salmon è piena di passione e di vita. Ha un lavoro che la appassiona, una città come Londra ai suoi piedi, molti interessi e molti amici. E Alice, come ognuno di noi, ha un segreto. Solo che non può più tenerlo per sé. O forse non vuole, anche se rivelarlo sarebbe pericoloso. Un giorno Alice fa ritorno alla cittadina in cui è cresciuta e dove ha studiato, e la mattina dopo il suo corpo viene riportato a galla dalle acque del fiume. Appare presto chiaro che la sua morte non è stata un incidente. Ma davvero il suo segreto è morto con lei? Davvero la sua storia finisce quando finisce la sua vita? Forse le storie non muoiono mai se c’è qualcuno che le racconta. A ricostruire minuziosamente la vita di Alice, nella speranza di chiarire le circostanze della sua morte, è un suo ex professore, l’anziano scrittore Jeremy Cooke. Cooke si dedica anima e corpo al progetto e raccoglie documenti, lettere, diari, testimonianze di amici e parenti, e perfino frammenti tratti dai social media, dai blog, dai siti internet su cui Alice scriveva. Tutte le tracce fisiche e soprattutto virtuali che Alice, come ormai tutti noi, ha lasciato. Tutto ciò che componeva l’universo di una vita apparentemente quieta e normale. Perché la verità è nascosta non in ciò che è scomparso, ma in tutto ciò che resta. Ma qual è il vero motivo per cui Cooke si dedica con tanta tenacia a questo progetto, anche contro la volontà dei famigliari di Alice? E se anche lui avesse qualcosa di oscuro e terribile da nascondere? E se tutto ciò che resta non fosse la verità, ma un’immensa menzogna?

Leggi qui la recensione!

Titolo: Finché sarò tua figlia
Autore: Elizabeth Little
Prezzo di copertina:
Pagine: 400
Editore: Garzanti
Formato: rilegato
Traduttore: Comerlati D.
Data di uscita: 23/04/2015

Sinossi

Janie ha 28 anni. Gli ultimi dieci li ha trascorsi in prigione. Ex reginetta del liceo, è accusata dell’omicidio di sua madre Marion, una donna molto esigente con cui non aveva un bel rapporto. Tutte le prove erano contro di lei. Ma Janie sa di essere innocente. Ricorda poco della notte dell’omicidio, lo shock le ha confuso la mente, ma sa di aver sentito sua madre avere un alterco con uno sconosciuto e un nome, Adelina. Ora che ha ottenuto la libertà, Janie non ha dubbi. Deve andare a Adelina, una città dell’Illinois. Una città piccola e ostile. E che nasconde tutte le risposte che Janie cerca. Anche quelle sulla sua vita e sulla vera identità di sua madre. Mai come adesso Janie sente di conoscere la donna che per prima l’ha tenuta tra le braccia…

A breve la recensione!

Titolo: L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome
Autore: Alice Basso
Prezzo di copertina: 14,90 €
Pagine: 280
Editore: Garzanti
Genere: narrativa
Formato: rilegato
Data di uscita: 14/05/2015

Sinossi

Dietro un ciuffo di capelli neri e vestiti altrettanto scuri, Vani nasconde un viso da ragazzina e una innata antipatia verso il resto del mondo. Eppure proprio la vita degli altri è il suo pane quotidiano. Perché Vani ha un dono speciale: coglie l’essenza di una persona da piccoli indizi che sembrano insignificanti e riesce a mettersi nei suoi panni, e pensare e reagire come avrebbe fatto lei. Un’empatia profonda, un intuito raffinato, uno spirito di osservazione fuori dal comune sono le sue caratteristiche. E di queste caratteristiche ha fatto il suo mestiere: Vani è una ghostwriter per un’importante casa editrice. Scrive libri per altri. L’autore le consegna la sua idea, il materiale su cui documentarsi, e lei riempie le pagine delle stesse parole che lui avrebbe utilizzato. Un lavoro svolto nell’ombra. E a Vani sta bene così. Anzi, preferisce non incontrare di persona gli scrittori per cui lavora. Fino al giorno in cui il suo editore non la obbliga a fare due chiacchiere con Riccardo, autore di successo in preda a una crisi di ispirazione. I due si capiscono al volo e tra loro nasce una sintonia inaspettata fatta di citazioni tratte da Hemingway, Fitzgerald, Steinbeck. Una sintonia che Vani non credeva possibile. Da tempo ha smesso di credere che potesse capitare anche a lei. Per questo sa di doversi proteggere, perché, dopo aver creato insieme un libro che diventa un fenomeno editoriale senza paragoni, Riccardo sembra essersi dimenticato di lei. E quando il destino mette in atto il suo piano imprevisto e fa incrociare di nuovo le loro strade, Vani scopre che le relazioni, come i libri, spesso nascondono retroscena insospettabili. Proprio ora che ha bisogno di tutta la sua concentrazione, di tutto il suo intuito. Un’autrice per cui sta lavorando è stata rapita e la polizia vuole la sua collaborazione. Perché c’è un commissario che ha riconosciuto il suo talento unico e sa che solo lei può entrare nella mente del sequestratore…

Ah, dimenticavo! C’è un altro arrivo di cui mi stavo dimenticando…

Titolo: Suite francese
Autore: Némirovsky Irène
Prezzo di copertina: 4,90 €
Pagine: 434
Editore: Garzanti
Prefazione e traduzione: Lanfranco Binni
Formato: rilegato

Sinossi

Suite francese, pubblicato postumo nel 2004, è l’ultimo romanzo di Irène Némirovsky. Scritto agli albori del secondo conflitto mondiale a Issy-l’Évêque, in Borgogna, è un affresco spietato, composto quasi in diretta, della disfatta francese e dell’occupazione tedesca, in cui le tragedie della Storia si intrecciano alla vita quotidiana e ai destini individuali. È un caleidoscopio di comportamenti condizionati dalle aberrazioni della guerra, dalla paura, dal sordido egoismo, dalla viltà, dall’indifferenza, dagli istinti di sopravvivenza e di sopraffazione, dall’ordinaria crudeltà, dall’ansia di amore. È il racconto della passione, ambigua e tormentata, che nasce tra una giovane donna il cui marito è disperso al fronte e un ufficiale tedesco. Con lucida indignazione ma anche con pietà, Némirovsky mette a nudo le dinamiche profonde dell’esistenza umana di fronte alle prove estreme e scrive un insperato capolavoro della letteratura del Novecento.


Eccoli qui! Del primo come potete vedete trovate anche la recensione; del secondo invece arriverà settimana prossima, sono alle ultimissime pagine! E il prossimo in lettura sarà appunto “L’imprevedibile piano della scrittrice senza nome“.
Cosa ne pensate? Li avevate visti negli scorsi articoli della rubrica “Prossimamente in libreria”? Io me li ero appuntati subito!
Fatemi sapere i vostri pareri, come sempre!
A presto!

The Bibliophile Girl

Segui The Bibliophile Girl
sito sito sito sito sito sito

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.