Collaborazioni · Libri · Monique Scisci · Recensioni

Recensione: L’ampolla scarlatta di Monique Scisci

Titolo: L’ampolla scarlatta
Autore: Monique Scisci
Prezzo di copertina: 18,00 €
Editore: Ciesse Edizioni
Pagine: 331
Formato: brossura

Trama:
Aurora ha tutto ciò che desidera, è di animo puro e semplice, la vita le sorride. L’amore è alle porte, ha una famiglia serena e sicura alle spalle. Tutto crolla sotto i suoi piedi, eventi tragici la surclassano e lei soccombe, impossibilitata a reagire, il destino spietato l’attende. Ma il tormento non ha fine, perché il cambiamento radicale a cui non può sottrarsi, non è ancora avvenuto. Chi la sta osservando e perché? Cos’è l’Ordine, di cui ha sentito bisbigliare alle sue spalle? Sta succedendo qualcosa al suo corpo, o sono effetti collaterali delle gocce vermiglio dell’Ampolla Scarlatta che il medico le ha prescritto? Un lupo bianco, creature della notte e segreti di famiglia mai svelati.
Ce la farà ad affrontare l’arduo percorso che l’aspetta?

Recensione:
L’ampolla Scarlatta” di Monique Scisci è un libro che ho letto piacevolmente, mi ha coinvolto e distratto dalla realtà.
Il libro racconta la storia della protagonista e voce narrante Aurora, Rory per amici e famigliari. All’inizio del libro è tutto rosa e fiori ma ben presto le cose diventeranno totalmente diverse, ci sarà un rovescio della medaglia che porterà da rosa e fiori a un inferno sanguinolento. Una serie di eventi la coinvolgeranno in primissima persona.
Mi è piaciuto il piccolo passo indietro nel passato per raccontare l’incontro tra Aurora e Riccardo. Già in quella occasione, nonostante mi stavo per infaturare anche io, ho iniziato a sospettare qualcosa riguardo Riccardo.
La prima parte del libro è un susseguirsi di nuove verità, bugie svelate, fino ad arrivare ai tradimenti.
Su Evan Patterson mi immaginavo tutto il contrario, onestamente. Il dott. Callegari invece l’ho trovato da sempre strano. Non mi è mai piaciuto.
Le scene di lotta mi hanno fatto rimanere col fiato sospeso fino alla fine.
Per quanto riguarda Maya -sorella di Aurora-, Federico -amico veterinario- e il viaggio, Monique ha saputo creare due ottimi personaggi, fedeli, leali ma anche con dei giusti attimi di smarrimento e di crisi; l’itinerario del lungo viaggio verso una meta che Evan mantiene sconosciuta non ha fatto mancare le sorprese.
Ovviamente, anche la destinazione è stata sorprendente!
Come dimenticarsi di Lars? Uomo dalla facciata scontroso, fastidioso, scorbutico, ma che ben presto si conosce veramente per quello che è.
Ottima la descrizione del dolore di Aurora durante la trasformazione.
E’ ben scritto, mi piace lo stile di Monique. Unico appunto che posso fare è che questa edizione è stata editata in malo modo, ma al di là di questo la bravura di Monique è evidente. Fortunatamente ho saputo che ci sarà una nuova ristampa e che verrà revisionata.
Mi sono piaciute molto le citazioni all’inizio di ogni capitolo, non solo di scrittori ma anche di alcune band e cantanti famosi.
E’ decisamente un libro che ti sorprende per tutta la durata della lettura, fino all’epilogo, che mi ha lasciato con una curiosità pazzesca di leggere il secondo volume!


Vi riporto anche la trama del sequel “Il segreto dell’Ordine”:

Aurora non è un comune vampiro, appartiene alla stirpe degli originari: più forti, più letali e meno inclini all’astinenza dal sangue umano. Per questo sono soggetti alla persecuzione dell’Ordine dei Vampiri, rischiano di compromettere l’equilibrio con la razza umana. Così, dopo essersi nascosta con Evan sull’isola di Avalon, Aurora schiacciata dall’impossibilità di vivere il loro amore, decide di scappare e rifugiarsi nel mirovanje, il letargo in cui i vampiri s’immergono per oltrepassare le epoche, ma qualcuno rovinerà i suoi piani. Un nuovo personaggio entrerà nella sua vita, il suo nome è Azad, vampiro originario dal passato sofferto che possiede la soluzione al suo dilemma e le rivela inquietanti verità su Evan.
Nel frattempo Evan, raggiunge Fernand, il padre di Aurora, che dopo la sua trasformazione ha portato Maya e Federico al sicuro. Mentre stanno pianificando una strategia per trovare la vampira, accade qualcosa e Evan è costretto a chiedere l’intervento dell’Ordine. I Jansen sono tornati, e vogliono vendicare la morte del figlio.
Aurora sarà costretta a tornare a Morgex per proteggere la sua famiglia e affrontare la verità su colui che credeva di amare.

Io onestamente non vedo l’ora di leggerlo! Uscirà a Maggio. Vi lascio il sito della casa editrice, potete visualizzare le informazioni qui.
Ringrazio ancora Monique per avermi inviato la copia omaggio di questo bel libro!
Vi auguro una buona giornata!

The Bibliophile Girl

Annunci

4 thoughts on “Recensione: L’ampolla scarlatta di Monique Scisci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...